[ Notizie ]
Genoa, comunicato della Nord: 'Non siamo delinquenti, solo tifosi'
27 Aprile 2017 - letto 1278 volte

Le recenti dichiarazioni rese note dalla Commissione Parlamentare Antimafia, che per bocca del suo portavoce ha parlato apertamente di infiltrazioni malavitose all'interno della tifoseria organizzata del Genoa, hanno convinto i vertici della Gradinata Nord a redarre un lungo comunicato stampa per dire la propria sulla vicenda: "Ultimamente è in atto una sorta di caccia alle streghe contro il movimento ultras - si legge nella nota - e contro i tifosi che riempiono (o vorrebbero riempire) con colori e passione gli stadi italiani. Dopo altre aver colpito altre tifoserie in Italia, sono arrivate anche per la Gradinata Nord – curiosamente contemporanee ad un filone che nell’interesse del bene della squadra ci vede contrapposti ad una gestione societaria del Genoa CFC 1893 quantomeno scellerata – una serie di accuse di pura fantasia e totalmente false, ma che hanno radici chiare e che nascono a nostro avviso dal fallimento delle politiche repressive all’interno degli stadi, dal superamento della tessera del tifoso e con il chiaro intento di proseguire l’opera di distruzione del movimento ultras (del quale vengono completamente ignorati i tanti aspetti positivi, a partire dai concreti interventi di solidarietà come nelle recenti disgrazie che hanno colpito il nostro paese, come terremoti ed alluvioni, solo per citarne alcune)".

Secondo i vertici del tifo rossoblu il motivo dietro a queste dichiarazioni è uno solo: "Chi oggi attacca la tifoseria del Genoa - prosegue il comunicato - la sua Gradinata, ha un progetto chiaro che è quello di svuotare gli stadi (quello di Genova come tutti gli altri), attraverso la delegittimazione del movimento, attraverso una ferocia repressiva ed una serie di capi accusatori di totale invenzione, che allo stato attuale non opera attraverso la militarizzazione degli stadi (per via di costi non sostenibili), ma avvalendosi della magistratura. Bene, la Gradinata Nord, che di questo movimento fa parte, è animata esclusivamente dall’amore e dalla passione per i colori del Genoa e da null’altro. E l’unica associazione alla quale appartengono i ragazzi della Nord è quella dell’amore per la maglia rossoblù".

Il comunicato arriva a pochi giorni dal ritorno allo stadio di molti dei protagonisti di Genoa-Siena dell'aprile 2012, quando, con la squadra rossoblu sotto 4-0, una parte dei tifosi genoani chiese ai giocatori di togliersi le maglie:
"A questo proposito domenica prossima, in occasione dell’incontro Genoa-Chievo Verona, ritroveremo tutti i ragazzi che rientrano allo stadio dopo cinque anni a seguito dei provvedimenti seguenti alle note vicende di Genoa-Siena (gesto romantico e pacifico di passione verso una maglia, che ancora oggi viene spesso utilizzato tanto scientemente quanto inappropriatamente come apertura di servizi televisivi e giornalistici che coinvolgano il mondo delle tifoserie per evidenziarne aspetti negativi). E per festeggiare il loro ritorno, unito al fatto che vogliamo fortemente dare il massimo sostegno alla maglia del Genoa in un incontro delicatissimo per il nostro futuro, invitiamo tutti i tifosi genoani a ritrovarsi in Piazza Alimonda, cuore del tifo rossoblù, per un festoso corteo che si dirigerà verso lo stadio Luigi Ferraris ed il cui appuntamento è fissato per le ore 12,30 di domenica 30 Aprile. Questo è il nostro modo di essere associati. Sciarpe, bandiere, colori e amore incondizionato per la squadra che ha portato il football in Italia".

Il comunicato si chiude poi con un ricordo nei confronti di Pietro Bottino, il tifoso rossoblu, da tempo latitante, deceduto domenica sera in seguito ad un incidente stradale: "Vogliamo infine salutare e ricordare con affetto il nostro Pietro, un grande guerriero Genoano che domenica scorsa ha perso la vita in un tragico incidente e che resterà per sempre in una leggendaria storia, che niente e nessuno potrà mai infangare".

Notizie correlate Genoa
Altre notizie
20 Ottobre 2017 - Cori a sfondo "razzista" dei tifosi romanisti a Londra hanno causato l'apertura di un fascicolo d'inchiesta da parte...
20 Ottobre 2017 - La Digos della Questura di Catania ha denunciato un ultras che, nel corso del match contro il Monopoli, ha lanciato un fumogeno. Si tratta...
20 Ottobre 2017 - Ha lanciato un fumogeno durante il derby Inter-Milan domenica allo stadio e ha colpito un poliziotto in servizio a San Siro. Per il tifoso...
20 Ottobre 2017 - Otto tifosi sono stati denunciati in seguito alla partita di Champions League vinta dalla Juventus ieri sera contro lo Sporting...
20 Ottobre 2017 - Tafferugli tra la polizia inglese e tifosi della Roma prima del match di Champions League a Londra tra i giallorossi e il Chelsea. È...
20 Ottobre 2017 - Almeno sul fronte tifosi, in casa Arezzo, dopo che patron Ferretti ha ufficializzato il suo passo indietro e il mancato pagamento dei...
20 Ottobre 2017 - Tafferugli fra tifosi ciprioti in quel di Reggio Emilia, prima di Atalanta-Apollon Limassol. Secondo quanto raccolto dal nostro inviato, la...
   
Videotifo
DALE CAVESE .....
CURVA SUD CATELLO MARI
Ultras Napoli a Firenze
Corteo Iniziale Trasferta di Firenze 2003/2004
La domenica mi lasci sempre solo
Quando allo stadio ci va lei
ultras reggina
la curva sud
Irriducibili Firm
Irriducibili Firm

TIFO-Net informa
Ascolta Baldini a 90
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.